Care amiche, oggi ho fatto una scoperta incredibile! Siete pronte? 

Lo sapevate che, molti anni fa, per una scrittrice donna poteva essere molto difficile pubblicare un libro?

Proprio così! In passato alcune scrittrici, per essere considerate e pubblicate, hanno dovuto usare uno pseudonimo (un nome finto)… L’avreste mai immaginato?

Per fortuna oggi le cose sono cambiate ma sappiate che…

 

Nel 1847 la scrittrice inglese Charlotte Brönte pubblicò il bellissimo romanzo Jane Eyre con il suo vero nome e fu un fatto eccezionale! Seguendo il suo esempio, nello stesso anno le sue sorelle Emily e Anne pubblicarono rispettivamente Cime tempestose e Agnes Grey. In precedenza, le tre sorelle Brönte avevano pubblicato una raccolta di poesie usando gli pseudonimi Current, Ellis e Acton Bell.

 

Per evitare di essere scambiata per una scrittrice di romanzi romantici ed essere presa sul serio, Mary Anne Evans cambiò il proprio nome in George Eliot e pubblicò molti romanzi, fra cui Middlemarch, considerato ancora oggi un’opera importantissima della letteratura inglese.

 

La baronessa Amandine Lucie Aurore Dupin si vestiva da uomo per essere libera di fare quello che voleva nella Parigi del 1800 e si faceva chiamare George Sand. Fu amica di grandi artisti dell’epoca, viaggiò e pubblicò con il nome George Sand un numero enorme di opere. 

 

Non vedo l’ora di raccontare tutto al nostro club del libro, mercoledì prossimo!

 

A presto,

Nicky

 



Facci sapere cosa pensi di questo post lasciandoci un commento: