Fiabesco, elegante, suggestivo…  

Non ho abbastanza aggettivi per descrivere il castello della famiglia Monlambran: trascorrere un weekend in un vero maniero è stata un’esperienza formidabile! 

Da allora ho deciso che voglio saperne di più su questi straordinari edifici. Ecco che cosa ho scoperto!

 

Intorno all’anno Mille, in Europa, i castelli non erano affatto come li immaginavo! 

All’epoca erano grandi aree che ospitavano non solo gli appartamenti del signore del luogo, ma anche interi villaggi. L’intero perimetro era difeso da palizzate o da mura: insomma, i castelli erano più simili ad accampamenti che alle immagini fiabesche che avevo in mente…

 

Queste aree fortificate sorgevano soprattutto in cima alle colline, oppure accanto a un corso d’acqua, che potesse servire da difesa naturale. E se non c’erano fiumi? Veniva realizzato un fossato tutto intorno alle mura, con tanto di ponte levatoio!

 

Ho scoperto anche che quasi tutti i castelli avevano un passaggio segreto che conduceva all’esterno, ma erano in pochi a conoscerne la posizione! Voi lo sapevate?

 

In molti castelli europei, poi, c’era il maschio, una torre caratterizzata da un ingresso separato e più alta delle altre, in cui la famiglia del signore poteva rifugiarsi in caso di pericolo.

 

Fu solo quando, col passare del tempo, la popolazione crebbe tanto da non poter essere più ospitata dentro le mura, che il castello vero e proprio si ridusse a un solo edificio fortificato. 

 

Affascinante, vero?

Siete mai state in un castello? Raccontatecelo nei commenti!

 

Un abbraccio,

Violet

 



Facci sapere cosa pensi di questo post lasciandoci un commento: