Oggi, insieme alle altre Tea Sisters, sono stata a palazzo York per dare una mano a curare il giardino segreto. Io continuo a chiamarlo così anche se ormai le cose sono cambiate e in effetti non è più tanto segreto

A un certo punto, mentre passeggiavo tra le aiuole coloratissime e le piante in fiore, ho visto un gruppetto di violette sotto un albero di acacia e tutto a un tratto mi è venuta una super idea: un pranzo floreale!

Lo sapevate? Alcuni fiori non sono solo belli e profumati, ma sono anche buoni da mangiare!

Provare per credere!

Le due ricette che vi propongo oggi, per esempio, sono davvero originali, buonissime e anche facili da realizzare, ma, mi raccomando, chiedete sempre a un adulto di procurare i fiori che si possono mangiare e di cucinare insieme a voi.

Risotto ai fiori d’acacia

 

1704a

1704b

Ingredienti 400 grammi di riso Carnaroli; 1 cipolla; 1 litro di brodo vegetale; 6 pomodori maturi; fiori d’acacia (8/10 grappoli); basilico; olio extravergine d’oliva; parmigiano grattugiato.

Tritate la cipolla e fatela soffriggere nell’olio. Aggiungete il riso e fatelo tostare per qualche minuto. Scottate i pomodori per un paio di minuti in acqua bollente e, dopo averli fatti raffreddare, sbucciali e tagliali a pezzetti. Aggiungeteli al riso e unite il brodo che avrete portato a bollore.

Dopo circa dieci minuti di cottura, aggiungete i fiori di acacia lavati e asciugati. Continuate a cuocere il risotto aggiungendo brodo caldo quando serve. Alla fine, insaporite con un trito di basilico fresco, un pizzico di sale e una spolverata di parmigiano grattugiato. Prima di portare in tavola, decorate con qualche fiore e qualche fogliolina di basilico.

Violette candite

Lavate delicatamente le violette con il gambo e mettetele ad asciugare su uno strofinaccio pulito, o della carta da cucina. Pesate le violette e poi la stessa quantità di zucchero bianco; mettete lo zucchero in una pentolina con pochi cucchiai di acqua, mescolando continuamente, quindi accendete un fornello a fuoco dolce e fate sciogliere lo zucchero caramellandolo leggermente.

Quando lo zucchero è liquido e color oro, chiedete a un adulto di prendere le violette per il gambo e immergerle fino a che non sono bene ricoperte. Dopodiché mettetele su un piatto piano leggermente unto di olio e lasciatele raffreddare. Sono perfette per un tè pomeridiano con le amiche del cuore .

Buon appetito!

Pam

 

2 commenti per “Fiori da gustare”



Facci sapere cosa pensi di questo post lasciandoci un commento: